Home GIRO D'ITALIA GIRO D'ITALIA - LA SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LUCA ZAIA
GIRO D'ITALIA - LA SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LUCA ZAIA PDF Print E-mail
Written by Francesco Coppola   
Thursday, 27 October 2016 10:58

 

 LUCA ZAIA ALLA FESTA DEI PARALIMPICI VENETI

Venezia - "Anche quest'anno il Veneto, grazie all'impegno della Regione, è nel cuore pulsante del Giro d'Italia, con una tappa spettacolare che, sui terreni della Grande Guerra tra Monte Grappa e Asiago, potrebbe dire una parola definitiva sulla corsa rosa, essendoci poi solo l'appello della crono finale Monza-Milano".

DA FRANCESCO COPPOLA

VENEZIA, 26 OTTOBRE 2016

-----

GIRO D'ITALIA

-----

LA SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LUCA ZAIA. "VENETO DI NUOVO SOTTO I RIFLETTORI. TAPPA DECISIVA TRA SPETTACOLO SPORTIVO E RIEVOCAZIONE STORICA"

-----

 

  Venezia - "Anche quest'anno il Veneto, grazie all'impegno della Regione, è nel cuore pulsante del Giro d'Italia, con una tappa spettacolare che, sui terreni della Grande Guerra tra Monte Grappa e Asiago, potrebbe dire una parola definitiva sulla corsa rosa, essendoci poi solo l'appello della crono finale Monza-Milano". A rilevarlo è stato il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia analizzando al percorso del Giro d'Italia 2017, giunto alla 100^ edizione, che si correrà dal 5 al 28 maggio prossimo, e che prevede, alla penultima tappa, la Pordenone-Asiago, il cui percorso attraverserà il Veneto, presentando la scalata ai 1.392 metri di Cima Grappa, una discesa intrigante e una nuova salita verso il traguardo finale di Asiago a quota 1.200.

  Zaia, che sabato scorso aveva partecipato a Mestre (Venezia) alla cerimonia delle premiazioni degli atleti veneti che avevano preso parte alle Paralimpiadi di Rio, alla domande dei giornalisti sulle eventuali tappe del Giro d'Italia nella regione, non si era sbilanciato precisando di avere pazienza e di attendere pochi giorni per conoscere il percorso completo. “Non voglio fare arrabbiare il mio amico Mauro Vegni”, ma aveva rilevato che sarebbe stata soltanto una e anche decisiva. E così è stato.

  "Come Regione - ha ricordato Zaia che è un grande appassionato di ciclismo - abbiamo perpetuato la collaborazione diretta con il Giro e con il suo direttore Mauro Vegni, che ringrazio per l'ormai storica attenzione al nostro territorio. Volevamo una tappa spettacolare dal punto di vista sportivo ma anche significativa per la rievocazione storica, facendo passare la corsa più amata dagli italiani sui terreni della Grande Guerra. Ci siamo riusciti, e questo è motivo di grande soddisfazione".

  "Dal punto di vista agonistico gli appassionati veneti non avranno da annoiarsi - ha osservato Zaia - perché, a seconda di come sarà costruita la classifica alla partenza da Pordenone, potremmo assistere a veri e propri duelli, con l'ultima chance offerta agli scalatori prima della crono tutta in piano tra Monza e Milano. Ad Asiago potrebbe decidersi il Giro 2017 e comunque sarà scritta una pagina decisiva".

  "Saranno 190 chilometri di spettacolo sportivo, di rievocazione storica, di esaltazione della passione e delle capacità organizzative dei veneti - ha concluso il Governatore del Veneto - che ancora una volta porteranno i nostri territori alla ribalta internazionale".

 

Francesco Coppola

 


 

LUCA ZAIA ALLA FESTA DEI PARALIMPICI VENETI

Last Updated on Thursday, 27 October 2016 11:09
 
 

Pubblicità